Tempi duri per i bazar elettrici

Parlando ad alta voce nei larghi corridoi del centro commerciale Torri d’Europa di Trieste, ormai si sente l’eco. Già da tempo ridotto a mesto capannone in disarmo, il cui pretesto di continuare a esistere è ormai solo la presenza del supermercato e di poche altre attività superstiti, continua la sua inesorabile caduta.

Il piccolo commercio e i suoi grandi effetti sulla città: il Comune può e deve tutelarlo

In Cavana, nel pieno centro della città abitato ancora, nonostante tutto, da qualche migliaio di persone, sta progressivamente sparendo qualsiasi attività commerciale che non sia quasi interamente vocata al turismo. È un fenomeno sotto gli occhi di tutti, in particolare lungo gli assi pedonalizzati del rione (Via San Sebastiano/Piazza Cavana/Via Cavana in primis), e che […]

Parco del Mare, un progetto senza futuro: reinvestire i fondi in favore dei commercianti

L’ostinazione con cui da ormai sedici anni periodicamente viene riproposta la possibilità di realizzare a Trieste un gigantesco acquario, suscita ogni volta, e sempre di più, sospetti e diffidenza. Bocciato da gran parte della cittadinanza perché eticamente ed economicamente non sostenibile, supportato a fasi alterne da partner e finanziatori che poi cambiano idea e lasciano […]