Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di Adesso Trieste relativa alle proposte per la I e la II Circoscrizione, alla quale sono intervenuti Riccardo Laterza, candidato sindaco di AT, Giulia Massolino, Capolista al consiglio comunale, Dana Čandek*, capolista della II Circoscrizione, e Katrin Štoka*, imprenditrice vinicola e capolista per la I Circoscrizione.

Bisogna ripartire dalla qualità degli spazi urbani per le Borgate del Carso, puntando alla riqualificazione del verde attrezzato, dell’ex-caserma di Banne, rilancio dei negozi di quartiere e sicurezza sulle strade. L’attuale Amministrazione ha ignorato le comunità del Carso e i loro bisogni. Adesso Trieste intende coinvolgere le comunità che abitano il territorio nelle trasformazioni che lo riguardano. Da anni gli abitanti chiedono la Riattivazione del Distretto sanitario e ampliamento degli orari del Centro civico a Opicina in modo da garantire servizi di prossimità a tutti coloro che hanno difficoltà negli spostamenti.

Gli interventi sugli spazi urbani andranno a beneficio delle comunità che ci abitano ma anche del turismo lento (cammini e cicloturismo), che porta enormi benefici ai territori che attraversa. Per questo lavoreremo per lo sviluppo del Geoparco transfrontaliero del Carso e per la Ciclabile del Carso, già finanziata dal 2009 ma che ancora non è stata realizzata. Questo aiuterà a valorizzare le bellezze naturalistiche del territorio, incentivando stili di vita attivi e preservandone l’identità. 

L’accessibilità e la mobilità devono essere le priorità per l’Amministrazione. Il Carso ha bisogno di interventi di moderazione della velocità nei centri dei borghi, per aumentare la sicurezza in strada. Le linee autobus devono essere ripensate ed estese negli orari notturni con servizi a chiamata. Lavoreremo anche a un Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, con una prospettiva nettamente diversa rispetto al piano inserito dalla Giunta Dipiazza nel PUMS, coinvolgendo i portatori di interesse.

Puntiamo sulla qualità degli spazi, attraverso la riqualificazione del tessuto urbano, la rigenerazione di alcuni punti chiave come la Caserma di Banne, enorme spazio abbandonato, ma anche la difesa e il rilancio delle botteghe locali, i negozi di prossimità, le rivendite di prodotti alimentari a km 0 ed eco-solidali e i mercati rionali. Sono tutte azioni che vanno anche nella direzione della promozione dell’identità culturale del territorio, che andrà attuata soprattutto mediante iniziative culturali e artistiche” conclude Laterza. 

 

*Katrin Štoka, 36 anni, è laureata in Architettura, è amante della natura, della sostenibilità, ed è appassionata di vino: è infatti la titolare della microazienda agricola »Klin« a Contovello-Kontovel, e è volontaria in varie associazioni culturali locali sull’Altipiano Carsico.

*Dana Čandek, 33 anni, è interprete, traduttrice e docente di Lingua e Cultura Inglese. Disabile in carrozzina dalla nascita, è particolarmente attenta ai problemi sociali, soprattutto nell’ambito dell’inclusione e dell’accessibilità. Da sempre appassionata di ecologia e continuamente alla ricerca di soluzioni a diversi problemi ambientali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *