Si è tenuta stamattina, presso la sede di Adesso Trieste in Piazza Puecher, la conferenza stampa congiunta dei gruppi consiliari di opposizione, che hanno presentato la mozione a difesa della Pineta di Cattinara.

«Chiediamo che il Comune modifichi l’Accordo di Programma sul riordino ospedaliero – afferma Riccardo Laterza, Capogruppo Consiliare di Adesso Trieste – perché le attuali previsioni comporterebbero l’abbattimento di centinaia di alberi a Cattinara, tra cui quelli della Pineta. Si tratta di un luogo fondamentale dal punto di vista ambientale e sociale per un’area che non può più pagare scelte di sviluppo fortemente impattanti come sono state quelle che hanno portato alla costruzione dell’ospedale e della Grande Viabilità».

Le/i presenti hanno ribadito l’invito alla Conferenza Capigruppo, che si terrà nella giornata di domani, a valutare la mozione come urgente, poiché la Giunta Regionale intende finanziare con 2,3 mln di € le prime opere viabilistiche.

«La mozione segue la grande mobilitazione cittadina che ha portato alla raccolta di più di 2.000 firme a difesa della Pineta – incalza Luca Salvati, Consigliere Comunale del Partito Democratico e promotore della raccolta firme online – che costituisce un’area di verde di prossimità fondamentale soprattutto per le persone a ridotta mobilità. Inoltre è ancora tutto da chiarire il futuro dell’area ex Collini, per la quale i residenti hanno espresso la volontà di spazi per l’aggregazione, la socialità e lo sport tramite un questionario che abbiamo promosso nei mesi scorsi».

«La pandemia ci ha insegnato la necessità di una presenza capillare di presidi di salute sul territorio, così come di spazi verdi diffusi e fruibili, in particolare per le attività didattiche – aggiunge Alessandra Richetti, Consigliera Comunale del Movimento 5 Stelle –. L’Accordo di Programma va nella direzione esattamente opposta, con compensazioni ambientali inadeguate il cui effetto si vedrebbe solo a distanza di molti anni. È tempo che la politica sia conseguente rispetto alle tante promesse fatte in passato».

«Credo sia importante che la politica si metta in ascolto della cittadinanza soprattutto quando legittimamente chiede di preservare un ambiente naturale che apporta beneficio ad un intero territorio. Auspichiamo e siamo disponibili ad una collaborazione in tal senso tra le diverse forze politiche», questa la riflessione di Paolo Altin, Capogruppo Consiliare della Lista Russo Punto Franco.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche Paolo Radivo, del Comitato Spontaneo per la tutela della Pineta di Cattinara, e Lucia Vazzoler, Consigliera Circoscrizionale della VI Circoscrizione per Adesso Trieste.

Radivo ha ringraziato i Consiglieri sottoscrittori della mozione, aggiungendo che l’Accordo di Programma va rivisto in maniera radicale perché «tutte queste devastanti opere implicherebbero, al posto del verde, nuovo cemento, asfalto, traffico e inquinamento sia atmosferico sia acustico», mentre Vazzoler ha aggiunto che «quando si parla di salute e ambiente non esistono confini, motivo per cui pur non essendo direttamente competenti dal punto di vista territoriale desideriamo esprimerci contro il disboscamento della Pineta», invitando la popolazione a partecipare al dibattito che si produrrà nel momento in cui la mozione verrà messa in discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *